L'associazione è lieta di presentarvi il nuovissimo

Calendario delle iniziative previste da Gennaio a Giugno 2017

Informiamo tutti gli interessati che, per ragioni organizzative dipendenti dalle tappe prescelte di volta in volta per le visite, l'ASSOCIAZIONE SI RISERVA DI PORRE UN NUMERO CHIUSO PER OGNI PERCORSO.

Si consiglia pertanto di inviare una richiesta di partecipazione SCRITTA VIA MAIL all'indirizzo memoriediparma@libero.it  (oppure via sms al numero 331 9661615) a partire da 15 gg prima dell'iniziativa, CON TUTTI I NOMINATIVI degli aderenti.

Nel caso occorresse chiudere le iscrizioni, la mail varrà da prenotazione. 

Grazie a tutti

EVENTO SPECIALE "2200esimo della fondazione di Parma (183 a.C. - 2017)"

Parma romana. La forma e i caratteri dell'antica città

Domenica 15 gennaio. Conferenza aperta al pubblico

Come si presentava il volto di Parma in epoca romana? Quali monumenti arricchivano il cuore della città? E’ vero che il sito della colonia romana era già occupato da insediamenti più antichi? Come vivevano i parmigiani di duemila anni fa? SCOPRITELO CON “MEMORIE DI PARMA”! In occasione del 2200esimo anniversario della fondazione di Parma, l’arch. Manrico Bissi terrà una speciale conferenza audiovisiva dedicata al Passato romano della  città, dalla sua origine coloniale agli splendori di età augustea ed imperiale.

Ritrovo: ore 15,30 presso il Circolo Arci Zerbini (via N. Bixio ang. Borgo S. Caterina, Parma). Evento aperto a tutti (non è necessaria la tessera associativa). Sarà richiesto un contributo di € 5,00 comprensivo di una consumazione e piccolo buffet.

EVENTO SPECIALE "2200esimo della fondazione di Parma (183 a.C. - 2017)"

Parma romana. Sulle tracce della città perduta

SABATO 28 GENNAIO (anziché Domenica 29 gennaio). Camminata urbana

Cosa rimane dell’antica Colonia Iulia Augusta Parmensis? E’ vero che il disegno urbanistico di Parma romana sopravvive nell’impianto del centro storico odierno? Dove si trovavano i principali edifici della città? SCOPRITELO CON “MEMORIE DI PARMA”! In occasione del 2200esimo anniversario della fondazione di Parma, l’arch. Manrico Bissi ci accompagnerà in un affascinante itinerario nel cuore della città, alla scoperta di tutti quei luoghi che ancora testimoniano il glorioso Passato di Parma romana.

Ritrovo: ore 14,20-14,30 presso il cortile del PALAZZO DELLA PILOTTA. Partenza ore 15,00. Per partecipare, è strettamente necessario acquisire la tessera associativa per l'anno in corso (valida per tutti gli eventi fino al 31-12-2017).

Download
Locandina camminata Parma Romana low.jpg
Formato JPG 558.4 KB

Download
FASCICOLO PARMA ROMANA.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.0 MB

Congiure e cospirazioni alla corte di Parma

Domenica 19 febbraio. Camminata urbana

Come si svolse la “Gran Congiura” del 1611-1612 contro il duca Ranuccio I Farnese? Chi furono gli organizzatori del complotto, e da quali motivazioni furono mossi? E’ vero che il duca Ferdinando I di Borbone fu avvelenato nel 1802 da spie francesi nell’abbazia di Fontevivo? L’attentato del 1854 al duca Carlo III di Borbone fu davvero organizzato con la complicità della moglie Luisa Maria di Francia? SCOPRITELO CON “MEMORIE DI PARMA”! L’arch. Manrico Bissi ci accompagnerà in un avvincente itinerario tra le piazze e i palazzi del centro storico, sulle tracce degli antichi complotti che insanguinarono la Corte ducale.

Download
locandine congiure pr LOW.jpg
Formato JPG 513.8 KB

Mantova esoterica. Sulle tracce del Santo Graal

Domenica 26 marzo. Gita culturale

L’arch. Manrico Bissi ci porterà a scoprire l’antico Esoterismo mantovano, dal medioevo al Rinascimento dei Gonzaga. Il percorso approfondirà in particolare il legame cristologico tra Mantova e la Terrasanta. Un rapporto antico, di cui restano ancora oggi molti indizi: Mantova diede infatti i natali a Virgilio, “profeta” pagano della nascita di Cristo; nella basilica di S. Andrea si conserva uno dei “Graal” ufficialmente riconosciuti; e gli stessi Gonzaga, sovrani della città, adottarono stemmi di derivazione templare. Questi e molti altri antichi misteri saranno svelati  nel corso della nostra imperdibile gita culturale.

Le antiche mura di Parma. Dal Medioevo all'Ottocento

Domenica 2 aprile. Camminata urbana

Dove correvano le cinte murarie di Parma in epoca romana e medievale? Cosa rimane del perimetro difensivo di epoca farnesiana? E’ vero che il torrione dell’Oltretorrente fu costruito nel secolo XIV dai Visconti? Per quale motivo le antiche porte furono sostituite nell’Ottocento dai nuovi caselli daziari? SCOPRITELO CON “MEMORIE DI PARMA”! L’arch. Manrico Bissi ci accompagnerà in un suggestivo itinerario nel cuore del centro storico, alla scoperta delle antiche fortificazioni che difesero la città di Parma dall’età romana fino all’Ottocento.

Download
locandina parma mura copia.jpg
Formato JPG 730.1 KB

Vicenza, dalla classicità al classicismo

Domenica 28 maggio. Gita culturale

L’arch. Manrico Bissi ci porterà a scoprire il fascino di Vicenza: la città del Palladio, che vanta un centro storico di primaria bellezza e di grande pregio storico, classificato come “patrimonio dell’Umanità” dall’UNESCO. Il percorso di visita attraverserà il cuore più antico della città, svelandone le vestigia romane (Teatro e Ponte Furo), i resti medievali (scavi sotto Palazzo Chiericati), gli antichi navigli ancora a cielo aperto, e infine le imponenti architetture rinascimentali del Palladio (Teatro Olimpico, Basilica civile, Palazzi Chiericati e Barbaran Da Porto).

Orti e giardini di Parma dal Medioevo all'Ottocento

Domenica 11 giugno. Camminata urbana

Per quale motivo il grande complesso francescano è detto “al Prato”? Quando fu progettato il primo nucleo del Parco Ducale? Come venne modificato in età farnesiana, borbonica e luigina? A chi si deve la realizzazione dell’Orto Botanico di Parma? SCOPRITELO CON “MEMORIE DI PARMA”! L’arch. Manrico Bissi ci accompagnerà in un piacevole itinerario nel verde del centro storico, alla scoperta degli antichi orti e giardini che hanno impreziosito il cuore di Parma dal Medioevo fino all’Ottocento.

Download
calendario memoriepr primavera 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 766.5 KB